Produzione: Una Questione di Tempo

Massimo Cova

Interno giorno, ufficio del regista.

PRODUTTORE – (entra deciso e va alla finestra).

REGISTA – (rivolgendosi al produttore) Ciao

PRODUTTORE – Il tuo assistente (si gira e si schiarisce la voce), il tuo assistente mi ha detto che ti serve ancora tempo, non sa quantificarlo, ma ti serve ancora tempo. Non potevi dirlo prima. La scorsa settimana alla cena con gli attori eri di tutt'altro parere.

REGISTA - (calmo) Lo spettacolo va rimontato, così com'è non va bene. Ho rivisto attentamente tutto e alcune scene non funzionano, sono senza tensione, smorzano il testo e violentano le parole dell'autore.

PRODUTTORE – (arrabbiato) Mi avevi promesso che non ci sarebbero stati ripensamenti. Dovevo farti firmare quella penale assieme al contratto.

REGISTA – Quello che ne esce è un prodotto scarico, certo non in linea con il messaggio che voglio veicolare. Il mio pubblico alla fine non capirebbe.

PRODUTTORE – Ed io a dar retta all'avvocato, (scandendo le sillabe) il tuo amico diceva: “Non ci saranno sorprese, perché vincolarlo con clausole capestro, che rendono così più attaccabile il contratto?” Mentecatto, no imbecille io, che l'ho anche ascoltato!

REGISTA – Non mi convince l'interpretazione, manca la verità!

PRODUTTORE – Mesi buttati via in un casting infinito, mancava il bidello della scuola di tuo figlio e la cassiera del bar della fermata del bus e poi tutto il quartiere era stato visionato.

REGISTA – E' stato un errore decidere così in fretta.

PRODUTTORE – (arrabbiato) Hai cinque minuti per ripensarci, anzi per convocare tutti e partire con le prove. In serata voglio l'agenda con tutta la tempistica. Ti farai aiutare dalla mia segretaria.

REGISTA – Cinque minuti? Lo sai che in cinque minuti non posso fare nulla.

PRODUTTORE – Fra cinque minuti arriva il taxi per l'aeroporto. Ma cosa dico alla distribuzione? Un po' di pazienza il regista ha bisogno di tempo! E a quelli del giornale? che gli tolgo la pagina pubblicitaria prenotata da un anno? I loro giornalisti ti faranno a pezzi!

REGISTA – Doppio spazio nel prossimo numero.

PRODUTTORE – Non scherzare, non pensi al mancato incasso al botteghino, era la garanzia che avevo anticipato alle banche. Quanti soldi e tempo mi fai buttare.

REGISTA – (improvvisamente) Non mi convince quell'attrice che mi hai imposto.

PRODUTTORE – Tempo scaduto, dovevi lamentarti prima. Sai benissimo che senza lei non ci sono tutti quei fondi e soprattutto quel teatro. Non puoi cambiare le carte in tavola.

REGISTA – Io non ti seguo su questa strada.

PRODUTTORE – Non puoi tirarti indietro adesso.

REGISTA – Cercati un altro regista.

SEGRETARIA – Il suo taxi è arrivato.

Il produttore esce.

Altro in questa categoria: « Provini: Bellissima

Additional information