Negli Occhi Brillanti di Polvere

Liz Carmignani

Luccicano negli occhi brillanti di polvere sollevata dai deserti, surriscaldata dall’equatore, il blu squarcia il cielo e lo sguardo prende il volo.

L’orizzonte è orlato di palme e crinali. Irrompe il panorama come fuoco nella spelonca. Sono qui a pensare al Natale già minaccioso con le sue consuete malinconie. Sono i giorni preziosi per ricaricare lo spirito andando via, incontro alla luce, a quel mondo che non è Milano.

Quando l’aereo atterra in quelle terre l’impressione immediata è quella di immergersi nell’oro. D’oro sembra l’argilla dei muri di case assolate, il fango secco delle strade, le zolle aride di campi asciutti, il manto degli animali al lavoro, i datteri mimetizzati tra gli intrecci di paglia. i riflessi sui vetri impolverati di un bus locale, e il legno sbiadito dei carretti .

Passano veli neri, passeggiano ombre bianche, scintilla lo jambija, ocra e zafferano fanno cucuzzolo sui cumuli al mercato.

Amo quelle Terre dove il sole non ha rifugio, aspetto con la pazienza dei ricordi di riempire il prossimo album d’infinito, e di là da queste finestre i ciclamini fioriscono a dispetto del biancore senza giorno di dicembre a Milano.

Altro in questa categoria: « La Sfera Il Fuco »

Additional information