Spettacoli

VENERDÌ 31 GENNAIO e SABATO 1 FEBBRAIO

in occasione delle commemorazioni presenteremo SHOAH,

uno spettacolo che mette in luce la tragedia dell'olocausto e la degenerazione umana causata dalle tristi circostanze politiche di quegli anni. 

Un invito a ritrovarci nell'intimità del Teatro da Camera per condividere l'indignazione, fare il punto della situazione, portare avanti la riflessione e mettere a fuoco l'azione.

 

 

UNA PERFORMANCE SULLA VITA E SULL'OPERA DI GIUSEPPE VERDI

Promossa dalla Commissione Cultura Zona4 del Comune di Milano

 

“Inventare il vero” diceva Verdi, era la sintesi della sua arte. 

Tutto per lui in scena doveva essere ricondotto ad una dimensione umana e credibile. 

“Inventare il vero” è anche il tema di questa performance ispirata e dedicata a Giuseppe Verdi, il grande sperimentatore, l’uomo generoso, appassionato e geniale, il Maestro che è stato un protagonista dell'unione del nostro paese, con la grandezza del suo esempio e della sua arte.

 

 

 

Arpad Weisz era un calciatore e un allenatore ebreo ungherese. Negli anni '30 ha portato allo scudetto l'Ambrosiana, l'Inter di oggi. Ha svolto un ruolo importante nel calcio mondiale di quegli anni.

E' tragicamente scomparso con la moglie e i figli ad Auschwitz nel '44.

Milano ha deciso di dedicargli un Trofeo nel nome della lotta al razzismo, alla xenofobia, ad ogni forma di discriminazione. Il 26 settembre, le partite di calcio inizieranno all'Arena Civica di Milano alle h. 15.00

La sera alle 20.45 ci sarà un intervento di Monni Ovadia e in chiusura la nostra performance: SHOAH.

Vedi comunicato stampa allegato

BASSANO, 25 MAGGIO - RIDOTTO DEL TEATRO REMONDINI, h. 20.45 

In questa performance Gin racconta la storia di Danny Boodman Novecento, il più grande pianista che abbia mai suonato sull'Oceano e che, nonostante il suo talento, non è mai riuscito a scendere dalla nave in cui è nato per vivere la sua vita.

Prossimamente in scena

“Da sempre innamorato del teatro vero, quello che nasce sulle tavole del palcoscenico, Ayckbourn (Londra 1939) prosegue la tradizione inglese puntando sulla middle class, tra l'aristocrazia di Coward, e la working class, su sui avevano puntato Osborne e Pinter.

Di Tennessee Williams

Progetto TeatroDaCamera
22 e 23 marzo

Quattro quadri per rappresentare l'America degli anni '40. Non quella ideale stampata nell'immaginario del sogno americano, ma quella reale, fatta di situazioni concrete.

Additional information