Ai Confini della Realtà

30/31 Marzo
ProgettoTeatroDaCamera
Via Hajech 41 - Milano

I confini della realtà è una performance, dura un'oretta e ci porta nella vita della poetessa Alda Merini.

Le sue poesie sono marginali in questo spettacolo, centrale è invece l'aspetto biografico, caratteriale: come ha vissuto, cosa faceva e come sentiva le cose.

Una vita piena, estrema, spinta ai confini del Sé, in quella terra di nessuno dove crediamo possibili le purificazioni, i de-condizionamenti, le ri-generarazioni.
Dove possiamo sentirci liberi di creare. Dove però è anche facile soccombere.

Ma come stabilire il confine tra la creazione artistica e la pazzia?
Fino a dove è possibile spingere la vita, andare oltre per nutrirsi di libere intuizioni?
E tornare, capaci di alimentare la realtà quotidiana con prospettive nuove e stimolanti?
Questa performance ci fa riflettere su questo.
Ha la forma del racconto, ma a volte si ferma, diventa testimonianza, propone una condivisione emotiva, ideale o di pensiero.

I confini della realtà è un viaggio breve ma intenso, fatto "in loco"; nel TeatroDaCamera, dove a tu per tu col pubblico, senza divisione tra platea e scena, quattro interpreti femminili rappresentano quattro parti (parti-ture) della Merini: 

Quella trasgressiva, legata al bisogno estremo di sesso e creazione poetica. Quella dei vissuti in manicomio, il rifugio in cui voleva essere accolta per sentirsi protetta.
O quella dei vissuti in manicomio come l'incubo per le prove estreme che ha subito. 
E infine quella delle relazioni d'amore, reali o inventate: il suo mezzo di salvezza.

Il testo della performance è liberamente tratto da:
"Diario di una diversa", "Uomini miei", "Lettere al dottor G", "La pazza della porta accanto".  Ed è interpretato da:

Elisabetta Carmignani, Cinzia Cesarini, Francesca Frigo e Cristina Vacchini.

In scena venerdì 30 e sabato 31 marzo alle h. 21.00
a Milano, in via Hajech 41 - Associazione TANGIRO - (vedi allegato)

Additional information